La mostra presenta oggetti “sensibili” tratti dalla produzione di artigiani, maker e designer lucani protagonisti di Fucina Madre, il progetto di promozione territoriale dell’APT Basilicata che interpreta “il paesaggio” dell’artigianato e del design quale preziosa risorsa turistico-culturale, e identifica gli “artieri” quali veri e propri animatori di bellezza diffusa, nel segno della cultura e della creatività.

La mostra ha l’intento dichiarato di presentare un originale corpus di oggetti, dall’espressività idiomatica e multisensoriale, ispirati da materie, cromie e paesaggi della Basilicata. Allo stesso tempo, il progetto espositivo intende rafforzare il dialogo tra le forme e i segni di territori e tradizioni diverse, come quelle rappresentate da Venezia, Palermo e la Basilicata, che condividono una capillare presenza di realtà produttive e progetti di creatività contemporanea sviluppati a partire dalla valorizzazione di antichi saperi ma con lo sguardo aperto all’innovazione e ad una originale interpretazione del gusto contemporaneo.

In mostra

  • Luca Colacicco, Collezione Matera 2019: Sgabelli e sedute in legno
  • Arcangelo Gabriele D’Alessandro, Caciocavallo desk lamp
  • Biagio Lamberti, Arid e Rain, lampade in argilla dei Calanchi
  • Milena L’Annunziata, Sculture da indossare
  • Claudia Pentasuglia, Ceramica sgarbata: piatti
  • Giustina Piglia, Bottiglie in maiolica
  • Maria Teresa Quinto, Memé, lampade a vapore
  • Bernadette Scalcione, Magia di acero minore: borsa; taccuini “casette”
  • Tommaso Schiuma, Crocchio pinza in legno, Matrix timbro pane, Ciocco salvadanaio
  • Damiana Spoto, Pochette Bosco incantato blu e Cuscino aromaterapico
  • Giusi Villano, Lampade in cartapesta aromatica
  • Manuela Telesca, Collezione Trame
  • Antonella Torre, Collezione Aragonese*
* Solo a Palermo

INFO

Un progetto di APT Basilicata in collaborazione con Venice Design Week e I-design Palermo

9 – 17 ottobre 2021
Venezia, InGallery Galleria di Santa Eufemia

29 ottobre – 7 novembre
Palermo, ex Convento della Magione